precari/e in formazione.

14 dicembre 2010: 100mila in piazza a Roma

Posted: 15 Dicembre, 2010 | Author: | Filed under: Blog e siti amici:, cosa ne pensiamo | 1 Comment »

Nel giorno del voto di fiducia al governo, circa 80 pullman arrivano da tutta Italia a Roma: studenti, precari, metalmeccanici, le associazioni antirazziste degli immigrati, cittadini di Terzigno e comitati per L’Aquila, tutti insieme contro la riforma Gelmini e il governo.

Anche se il governo Berlusconi non è stato sfiduciato in Parlamento la sfiducia, quella vera, era per le strade di Roma: un corteo molto imponente e radicale ha sfilato per la città e non si è fermato di fronte alle cariche della polizia, ai manganelli ed ai lacrimogeni.

Noi come studenti e studentesse non dobbiamo vivere la giornata di ieri come una sconfitta o una battuta d’arresto; questo è un governo politicamnete in crisi che si regge su tre voti comprati, che può cadere da un momento all’altro. Le nostre mobilitazioni hanno già ottenuto risultati importatnti : abbiamo accelerato la crisi di gfoverno, provocato lo slittamento del ddl Gelmini. E’ la sconfitta di questa opposizione , di questi partiti che con la loro incoerenza sono incapaci di contrastare questo governo e legittimano Berlusconi giorno dopo giorno.

Per questo non dobbiamo fermarci, ma lavorare ad una rivolta generalizzata, di cui il mondo della formazione può essere un nodo importante. Per cacciare questo governo, per costringere banche e imprese a pagare i costi della crisi che loro hanno causato.


PENSA PARTECIPA PRETENDI: IL 12 E 13 MAGGIO VOTA IL COLLETTIVO!

Posted: 26 Aprile, 2010 | Author: | Filed under: Blog e siti amici: | Commenti disabilitati su PENSA PARTECIPA PRETENDI: IL 12 E 13 MAGGIO VOTA IL COLLETTIVO!

       

IL 12 E 13 MAGGIO ALLE ELEZIONI PER IL RINNOVO DEL CONSIGLIO DI FACOLTA’ DI SCIENZE POLITICHE VOTA:

COLLETTIVO STUDENT@TIPICI (NELLO SPAZIO DELLE PREFERENZE SCRIVI: VAIENTI)

 

CHI SIAMO?

Siamo un collettivo di studenti e studentesse di scienze politiche. Un collettivo aperto ed eterogeneo (veramente indipendente da qualsiasi forza o corrente politica particolare), ma allo stesso tempo inflessibilmente antirazzista e antisessista. Insomma una cosa davvero nuova…

Critichiamo con forza il modello di università del 3+2 che ci impone saperi in pillole, dequalificati e acritici; che non concede tempo per approfondire i temi che studiamo ma che, attraverso la riduzione degli appelli di esame, l’obbligo di frequenza, il ricatto economico dovuto al costante aumento delle tasse, impedisce di decidere lib eramente i tempi e le modalità del nostro studio: una università che semplicemente pretende che corriamo veloci, senza pensare troppo, per ottenere i crediti necessari a laurearci nei tempi prefissati.

Insomma ci opponiamo ad una università che trasforma il tempo della formazione in un vero e proprio addestramento alla precarietà lavorativa ed esistenziale a cui siamo condannati/e.

Vogliamo, al contrario, una formazione di qualità e approfondita che ci fornisca adeguati strumenti critici, una università in cui quindi sia possibile studiare con tempi più umani e distesi.

  PERCHè CI SIAMO CANDIDATI/E?

Crediamo che la costruzione di una università diversa non possa prescindere dalla partecipazione attiva di chi quotidianamente la vive. Per questa ragione la nostra candidatura non vuole sostituire la presa di parola diretta da parte di studenti e studentesse, ma vuole essere un ulteriore strumento al loro servizio. Infatti per poter intervenire tempestivamente occorre essere informati sulle decisioni che vengono prese dagli organi accademici; e per ottenere le informazioni bisogna stare all’interno di quei luoghi, senza però cadere nell’illusione che sia possibile cambiare le cose attraverso la rappresentanza. (Questo risulta particolarmente chiaro se si tiene presente o che per esempio nel Consiglio di facoltà ci sono solo 10 rappresentanti degli studenti, cioè un’infima minoranza).

Il nostro obiettivo è dunque quello di stimolare il coinvolgimento e l’autorganizzazione degli studenti e delle studentesse. Per questo chiediamo da subito maggiori spazi di democrazia e partecipazione: vogliamo che le sedute degli organi di facoltà (consiglio di facoltà e consigli dei corsi di studio) si svolgano a porte aperte in modo che chi è interessato possa assistervi; vogliamo una maggior diffusione e pubblicizzazione delle decisioni che vengono prese il più delle volte sulle nostre teste; vogliamo meccanismi di consultazione degli/le student@ diretti e non mediati dalla rappresentanza. Insomma rivendichiamo una facoltà (e una università) più democratica.

       Votare non basta. Partecipa!

Se condividi la nostra idea di università vota la lista Student@tipici per il Consiglio di facoltà, ma non limitarti a questo: mettiti in gioco e partecipa.

Ci vediamo tutti i mercoledì alle 15.00 in aula B (Strada Maggiore 45).

Read the rest of this entry »


Corte dei Conti boccia laurea breve

Posted: 23 Aprile, 2010 | Author: | Filed under: Blog e siti amici: | Commenti disabilitati su Corte dei Conti boccia laurea breve

da Repubblica.it

Secondo la magistratura contabile promesse disattese sia in termini di aumento dei laureati sia in termini di miglioramento della qualità dell’offerta formativa

(19 aprile 2010)


assemblea student@tipici

Posted: 22 Aprile, 2010 | Author: | Filed under: Blog e siti amici: | Commenti disabilitati su assemblea student@tipici

E’ cambiato il giorno di assemblea degli student@tipici: da mercoledì 28 in poi CI VEDIAMO OGNI MERCOLEDì ALLE 15.00 IN AULA B (strada maggiore 45).

Chiunque è il/la benmvenut@ !!!

 

Pensa, partecipa…PRETENDI!!!

 

Student@tipici


Congratulazioni!

Posted: 8 Aprile, 2010 | Author: | Filed under: Blog e siti amici: | Commenti disabilitati su Congratulazioni!

Se stai leggendo questo articolo, significa che il processo di registrazione è stato completato con successo: puoi cominciare ad usare il tuo blog!